Lista Eventi > 29 marzo 2012

29 marzo 2012

SLOGSocietà Lombarda di Ostetricia e Ginecologia
 
Enrico Ferrazzi, Presidente
Mario Meroni, Vice Presidente
 
 
Organizza il Corso:

EPISIOTOMIA E TRAUMA PERINEALE OSTETRICO

 
Monza, 31 marzo 2012
AULA MAGNA
Facoltà di Medicina e Chirurgia
Università degli Studi di Milano-Bicocca
 
PROGRAMMA DEL CORSO
09.00 Presentazione - R. Milani (Monza)
Prima sessione
Moderatore: M.Guana (Brescia)
09.10 Uso e abuso dell’episiotomia - A. Nespoli (Monza)
09.30 Quando e come fare l’episiotomia - E. Del Bo’ (Pavia)
09.50 Discussione
Seconda sessione
Moderatore: P. Beretta ( Busto Arsizio)
10.00 Tecnica di riparazione della episiotomia - A. Riccardi (Cremona)
10.20 Complicanze e riparazione dei quadri patologici:
comparto vaginale - R. Milani (Monza)
comparto rettale - F.Spelzini (Monza)
11.00 Chi esegue la raffia: ostetrica o medico? M. Campi (Buzzi)
11.15 Discussione
11.25 Coffee break
Terza sessione
Moderatore: M. Soligo (Milano)
11.45 Dolore perineale dopo parto vaginale - G. Persico ( Monza)
12.05 Identificazione del danno perineale - S. Zanelli (Brescia)
12.25 Riabilitazione pavimento pelvico - E. Torresan (Milano)
12.45 Discussione
Conclusione
12.55 E’ possibile contenere il numero di episiotomie? P.Vergani ( Monza)
 
Contatti: 02/57995369 - info@slog.org - www.slog.org
 

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Milioni di donne nel mondo vanno incontro a riparazione perineale dopo il parto. La prevalenza del trauma perineale dipende dalla variazione della pratica ostetrica includendo incidenza e tipo di episiotomia. In Olanda il tasso di episiotomia è dell’8% comparata con al 14% in Inghilterra, al 50% negli USA ed al 99% nell’Est Europa. Il Italia la pratica è molto diffusa e cambia in base al centro. L’ISS riporta un tasso di episiotomia del 50% al Nord, del 60% al Centro e 70% al Sud contro il 20% raccomandato dall’OMS
Il rischio maggiore connesso alla episiotomia è il danno dello sfintere anale che interessa circa l’1% di donne con parto vaginale. Inoltre la maggior parte delle donne prova una esperienza di dolore a breve o a lungo termine in conseguenza della riparazione perineale che può incidere sulla sua capacità di cura del neonato.
La morbosità associata al trauma perineale dipende dalla estensione del trauma ma anche dalle tecniche di riparazione, dai materiali di sutura e dalla abilità dei professionisti.
L’incontro si propone di approfondire questi contenuti ed aumentare le abilità dei professionisti nelle indicazioni, nella riparazione della episiotomia e successivamente nella riabilitazione del pavimento pelvico.